Home Recensioni Narrativa IL NOSTRO PRIMO NATALE INSIEME – LA RECENSIONE

IL NOSTRO PRIMO NATALE INSIEME – LA RECENSIONE

“Mary aveva ragione. Non era mai troppo tardi.”

Tempo di lettura: 3 minuti

“Il nostro primo Natale insieme” è il nuovo romanzo natalizio di Sarah Morgan, uscito a novembre con Harper Collins.

Il nostro primo natale insieme recensioneTitolo: Il nostro primo natale insieme
Autore: Sarah Morgan
Editore: Harper Collins
Genere: Narrativa
Finale: Conclusivo
Data di uscita: 18 novembre 2021
Pagine: 352
Formato: Ebook e cartaceo
Link: Amazon

Trama
Per Samantha ed Ella Mitchell il Natale è il periodo più importante dell’anno: un periodo in cui stare insieme, volersi bene e festeggiare. Più di tutto, vivere un buon Natale significa recuperare i momenti di felicità che non hanno potuto avere da bambine. Quest’anno, però, saranno costrette a comprare un regalo per un’ospite inattesa: la madre da cui hanno deciso di separarsi per sempre cinque anni prima. Ma quando lei si ripresenta di punto in bianco promettendo che questo Natale sarà diverso dagli altri, Samantha ed Ella accettano, se pur con riserva, di festeggiare tutte insieme…

Gayle Mitchell è all’apice di una brillante carriera, ma il successo ha sempre un prezzo: nel suo caso, per raggiungerlo ha sacrificato il rapporto con le due figlie. Non ha mai saputo dire o fare la cosa giusta con loro. Con il suo atteggiamento duro e distaccato voleva renderle più forti e indipendenti, invece è soltanto riuscita ad allontanarle da sé. Ma poi un incidente inaspettato le ricorda quanto la vita sia fragile e la costringe a riflettere e a tornare sui suoi passi. Così, mentre la neve scende sul primo Natale passato insieme dopo molto tempo, le donne della famiglia Mitchell impareranno che a volte affrontare il passato è l’unica via per guarire il cuore…

readinglove blog

“Il nostro primo Natale insieme” non è solo una storia natalizia, è un romanzo familiare, corale, emozionante e coinvolgente.

Le pagine scivolano via dolcemente e ti ritrovi completamente immersa nella storia senza esserti resa conto di nulla.

Ci sono diversi personaggi che vogliono far sentire la loro voce e ognuno di loro è interessante.

Gayle, la madre, ha costruito una carriere sul suo modo di pensare, sulle scelte da assumere nella vita, sulla capace di scegliere un obiettivo e portarlo a termine. È una donna forte e predominante, tutta d’un pezzo e apparentemente incapace di lasciarsi andare alle emozioni.

Quest’ultimo aspetto è quello che è sempre mancato alle sue figlie: Samantha e EllaDue sorelle molto legate, orfane di padre, cresciute con la sensazione di non essere mai state in grado di rendere orgogliosa la loro madre.

Due sorelle che si amano incondizionatamente e che hanno saputo accudirsi a vicenda, sopperendo alle mancanze della loro fredda madre. Ella, la più piccola, è sempre stata una sognatrice, innamorata dell’amore e delle feste. Samantha, è più concreta della sorella, ma anche lei ama il Natale talmente tanto da aver fondato la sua professione su questo. Organizza infatti vacanze da sogno, ed è proprio grazie al suo lavoro se si ritroveranno a trascorrere il Natale nell’incantevole cornice innevata della Scozia.

Dopo cinque anni di silenzio, grazie ad un fortuito incidente, Gayle prende in mano la situazione e decide di fare il primo passo per abbattere questo muro che hanno costruito intorno a loro.

“Hai sempre desiderato una grande festa per le vacanze. Bene, facciamola. E facciamola insieme. Un grande albero. I regali davanti al camino. Un Natale in famiglia. Tutto quello che hai sempre voluto. Solo noi tre. Come ti sembra?”

Complice una location da favola, una famiglia amorevole, una nipotina esuberante e una splendida atmosfera natalizia, le tre donne scopriranno che non è mai troppo tardi per perdonare, e che la loro famiglia non è mai stata così grande e unita.

“Il futuro era nelle loro mani, qualsiasi cosa avessero scelto di fare. A un certo punto avrebbero dovuto prendere delle decisioni, ma non in quel momento. Quella notte tutto ciò che dovevano fare era godere del tempo insieme. E lo fecero.”

Questo romanzo è perfetto per entrare nello spirito delle feste ed è una lettura piacevole da condividere in famiglia. Mi sono immaginata in Scozia, insieme a loro a impastare biscotti e a giocare con le renne. È stato un vero piacere trascorrere qualche ora in loro compagnia.

Il nostro primo natale insieme recensione

(Copia omaggio della casa editrice – review party organizzato da A spasso coi libri)