Home Recensioni Romance contemporaneo PAURA DI VOLARE – RECENSIONE

PAURA DI VOLARE – RECENSIONE

«Perché sei qui?» riuscii a dire. Dom mi guardò con la compassione e l’amore che brillavano nei suoi occhi. «Per te, Raven. Sono sempre stato qui per te. Sei più grande della mia paura, più grande del mio dolore. Sei la parte più perfetta di me» sussurrò lui, con un sorriso su quelle labbra perfette.

Tempo di lettura: 4 minuti

È uscito ieri con Hope Edizioni “Paura di volare”, secondo e ultimo volume della serie Fearless scritta da S.L. Jennings. 

Il protagonista di questa storia è Dominique ma ritroviamo anche tutti i personaggi presenti in “Paura di cadere”.

Paura di volare recensioneTitolo: Paura di volare
Autore: S.L. Jennings
Casa Editrice: Hope Edizioni
Serie: Fearless #2
Genere: Contemporary romance
Data di uscita: 30 Ottobre 2020
Cover: Angelice
Traduzione: Marianna Normando
Autoconclusivo
Link: Amazon

Trama
Dominic Trevino è stato chiamato in molti modi.
Prostituto.
Donnaiolo.
Puttana.
Ma il nome con cui tutti lo conosco è Dirty Dom.
Perché lui è sempre stato così… anche se non è non mai stato soltanto quello.
Il suo passato è tormentato e macchiato, tanto quanto la sua reputazione licenziosa. Una reputazione che si è costruito senza porsi troppi limiti, nell’unico modo che conosceva per affrontare quei fantasmi che, da sempre, lo tengono imprigionato nell’orrore e nel disgusto per se stesso.
Il giorno in cui Raven entra con prepotenza nella sua vita, con il suo temperamento così focoso e con quei suoi pantaloncini striminziti da adolescente, Dominic capisce che tutto quel sesso anonimo non sarà più in grado di placarlo. Eppure, non può lasciare che la ragazza veda chi – ma soprattutto cosa – lui è in realtà.
Riuscirà Raven a liberarlo dal suo passato di dolore?
Riuscirà a salvarlo nonostante Dominic stesso non creda ne valga la pena?

readinglove blog

Il primo libro della serie (Paura di cadere) è stato intenso e coinvolgente, non pensavo fosse possibile che Paura di volare riuscisse ad eguagliarlo, invece l’ha fatto. La storia inizia dove finisce il libro precedente ma questa volta è raccontata dal punto di vista di Dom.

È una lettura bellissima anche se tormentata che ti fa provare sulla pelle emozioni forti.

Dominique è un ragazzo meraviglioso, ha visto l’aspetto più brutto e doloroso dell’amore, ha subito umiliazione e torture, ed essendo stato vittima di questi terribili abusi quando era solo un bambino, questi tormenti gli sono rimasti nell’animo.

Non riesce ad amare se stesso perchè ha troppa paura di diventare come il suo aguzzino e pensa sia più facile nascondersi dietro un falso sorriso che affrontare i propri demoni.

Non permette a nessuno di stargli abbastanza vicino perchè nessuno può essere in grado di amare una persona come lui.

Le uniche eccezioni alla sua regola sono Kami e Angel, compagne di sciagure e anime perse come lui. Chi ha letto Paura di cadere conosce perfettamente questi nomi e sarà felice di sapere che si sentirà parlare molto anche di loro.

Come è successo per Kami, solo un cuore che ha sofferto ed è riuscito ad andare oltre può essere in grado di vedere la vera anima delle persone. 

Prima di Raven, ogni bella ragazza veniva rapidamente e segretamente paragonata all’unica donna che non potevo avere: Kami. Erano solo una lunga serie di ma. È carina, ma non è carina come Kami. È intelligente, ma non è intelligente come Kami. È gentile, ma non è gentile come Kami. Raven non era nessuna di quelle cose, ed ero estasiato. Non era solo carina; mi aveva colpito in un modo pericolosamente scioccante con i suoi capelli quasi neri, la pelle chiara e gli occhi di un intenso azzurro. Era ovviamente intelligente, ma era più di quello. Era perspicace e scettica, il che, considerato che era la tutrice legale di un ragazzino in difficoltà, era decisamente una buona cosa. E non era simpatica. Affatto. Se fossi stato un tipo di uomo diverso, avrei detto che era una stronza. Ma non lo ero. Quindi non lo feci.

Raven è esattamente la ragazza giusta per Dom. Anche lei con un passato doloroso alle spalle e un fratello con mutismo selettivo da crescere.

Aggrottai le sopracciglia confuso e inclinai la testa di lato, cercando di scoprire il motivo del suo evidente disprezzo. Nonostante la durezza del suo sguardo accigliato, c’era qualcosa di dolce e aggraziato in lei. Incantevole. Come un agnello travestito da leone. Avevo solo bisogno di rimuovere tutti gli strati.

Una lotta continua tra i desideri e la paura, tra la voglia di rivalsa e la voglia di mollare tutto e fuggire.

«Capisco che vuoi proteggere il tuo cuore, e lo farei anch’io. Ma forse… forse è esattamente quello che sta facendo anche lei. Allontanandoti per evitare di farsi male. Quando le persone fanno cose del genere, è perché hanno provato un vero dolore. Il tipo di dolore che ti distrugge. Il tipo che nemmeno il tempo riesce a cancellare. E hanno paura di provarlo di nuovo.»

Una storia incredibile, potente e struggente che tocca corde nascoste all’interno del cuore e della mente. Assolutamente consigliata!

(Copia eBook omaggio di Hope Edizioni)

Paura di volare recensione