PRETTY ENEMY – LA RECENSIONE

“Quando dice Delilah, il suo timbro mi ricopre la pelle come un formicolio bollente. È inevitabile. Quest’uomo ha una voce tutta whiskey, profonda, roca e sonnolenta. Costringe una donna a pensare a lenzuola stropicciate e pelle sudata.”

Tempo di lettura: 4 minuti

Torna in Italia l’autrice bestseller Kristen Callihan con “Pretty Enemy”, un’imperdibile commedia romantica enemies to lovers che vede per protagonisti una giovane e ambiziosa chef e un divo di Hollywood.

Pretty enemy recensione libroTitolo: Pretty Enemy
Autore: Kristen Callihan
Editore: Always Publishing
Genere: Commedia romantica 
Pagine: 416
Data di uscita: 17 giugno 2022
Finale: Autoconclusivo
Traduzione: Serena Stagi
Link: Amazon

Trama
La ricetta perfetta per un disastro!

Macon Saint e Delilah Baker sono nemici giurati. Da quando, a undici anni, si sono incrociati nel vialetto del quartiere in cui i Baker si erano appena trasferiti, e Macon ha ostinatamente cercato di ignorare Delilah. Da quando Macon è diventato il fidanzatino di sua sorella Samantha, bella e popolare quanto Delilah era impacciata e solitaria. Da quando, al ballo di fine anno al liceo, Macon ha pubblicamente umiliato Delilah affibbiandole un nomignolo odioso e impossibile da dimenticare. Lui sa esattamente dove colpire, come fare leva sulle sue debolezze, e Delilah lo odia con tutto il cuore. Fortuna ha voluto che, dopo quell’ultimo incontro disastroso, Macon abbia piantato Samantha e sia uscito dalla vita di Delilah una volta per tutte.

Ma la fortuna, si sa, è una ruota che gira…

A distanza di dieci anni, Delilah non si aspetterebbe mai di ricevere un messaggio dal suo nemico storico.

Il messaggio, in effetti, non è indirizzato a lei, ma a sua sorella: Sam a quanto pare ha rubato l’orologio della defunta madre di Macon, ora diventato un bellissimo attore e star indiscussa di una nota serie TV, nonché scapolo milionario cacciato come una preda da ammiratrici senza scrupoli.

Macon non sente ragioni: se non riavrà il prezioso cimelio, sporgerà denuncia alla polizia. E poiché Sam si è dileguata, tocca solo a Delilah risolvere la faccenda. Risarcire Macon è impensabile, così lei gli propone un accordo: lavorerà come sua assistente al posto di Sam per un anno, e in più diventerà la sua personal chef.

Macon è intrigato. Delilah sembra essere rimasta la ragazzina pestifera di sempre, una compagnia tutt’altro che gradita, però la sua fama di chef è nota. E lui, reduce da un incidente, ha davvero bisogno di un supporto.

Il patto, dunque, è sancito e la convivenza forzata ha inizio. Riusciranno i due acerrimi nemici del passato a deporre le armi e a conoscersi realmente, e lasciare che un sentimento nuovo e impossibile prenda il sopravvento? Forse ci riuscirebbero anche, se lo spettro di Samantha non aleggiasse su di loro. Lo spettro… e Sam in carne e ossa!

readinglove blog

Ci sono alcuni romanzi che ti conquistano dalle prime parole perché capisci subito che lo stile dell’autrice rientra pienamente nel tuo genere prediletto. Questo, per me, è indubbiamente uno di quei romanzi.

Sarà che adoro le storie odio – amore, quindi potrei essere un po’ di parte verso questo genere, ma la storia di Macon e Delilah mi ha intrigato subito.

Macon e Delilah si conoscono da quando erano piccoli, nemici giurati per tutto il tempo delle scuole, si ritrovano a collaborare da adulti per colpa di Sam – sorella di Delilah a mio avviso particolarmente fastidiosa e antipatica. 

“Incrociare lo sguardo di Macon era come avventurarsi in una violenta tempesta che ti avrebbe lasciato indebolita, senza fiato e un tantino ammaccata.”

Nonostante il loro odio giovanile, la loro convivenza forzata li ha portati a tirare fuori vecchi rancori ma anche a scoprire nuovi aspetti dei loro caratteri che proprio non immaginavano di avere.

Se è vero che il confine tra vedi amore è sottilissimo, ogni giorno che passa in cui questi due ragazzi battibeccano, il loro confine tende a scomparire.

“Come per un pizzicotto, mi libero dal suo abbraccio con un balzo e mi rimetto in piedi in tutta fretta. Lui mi osserva con circospezione, chiaramente in attesa di un battibecco. O forse quella nei suoi occhi è delusione. Sono troppo stravolta dal fatto che ci stavamo scambiando tenerezze per riuscire a stabilirlo. Gli stavo accoccolata addosso, accidenti, e non sembrava né strano né sbagliato; sembrava normale, giusto, piacevole.”

Mi sono piaciuti molto entrambi i personaggi. Delilah è generosa e altruista, non ha paura di sacrificarsi per il bene delle persone che ama ma allo stesso tempo è forte e determinata. Il suo grande sogno è aprire un ristorante dove far esplodere la sua passione per la cucina e ogni suo gesto è volto a realizzare il suo sogno.

Macon è molto più complesso di quello che può sembrare a prima vista. Ha trovato la sua strada come attore ed è riuscito ad affarmarsi nello scintillante mondo di Hollywood ma ha ben chiare anche le ombre che popolano quel mondo.

Ho trovato lo stile dell’autrice fluido scorrevole e intrigante, i dialoghi ben costruiti e personaggi interessanti. Nel romanzo è presente il giusto mix tra romanticismo, scene hot, battibecchi divertenti e momenti riflessivi.

Una lettura veramente piacevole che tiene compagnia e diverte che non posso che consigliarvi.

(Copia ebook omaggio della casa editrice)