TATTOOED DOTS

"Le relazioni più importanti sono quelle che non ti aspetteresti mai. Quelle che ti mettono alla prova, ti rendono una persona migliore e ti spronano a rivalutare la tua vita."

Tempo di lettura: 4 minuti

tattooed dots libro“Tattoed Dots” è il primo volume della serie Halo, per gli altri dovremo aspettare ancora perchè non sono ancora stati tradotti in italiano. Ispirato ad una storia vera, Kimberly Knight ha attinto ad un’esperienza della sua vita per scrivere questo romanzo che ha dato maggiore forza alla storia. Leggete la sua biografia per saperne di più.

A volte gli aiuti ti arrivano nei modi più assurdi e da persone inaspettate, proprio nel momento in cui la vita ti pone delle sfide insormontabili che da sola non puoi affrontare.

Brooke Bradley ha dovuto imparare molto in fretta contare sulle proprie forze. La madre non ha mai avuto un forte spirito materno e lei si è presa la responsabilità di crescere la sorella minore. Questo l’ha portata ad essere autosufficiente e con uno spirito da crocerossina, tant’è che si è ritrovata invischiata in una relazione apatica con un ragazzo, Jared, che ha più attrazione per i videogiochi che per la sua ragazza.

Easton Crawford invece ha investito tutte le sue energie nella carriera a discapito del suo matrimonio, e quando si è ritrovato prossimo al divorzio ha dovuto imparare a lottare per sua figlia. Il fato ha voluto accelerare i tempi portandosi via la sua futura ex-moglie. Ormai vedovo e padre single ha messo al centro del suo universo la figlia.

Appare evidente fin da subito come il cuore di entrambi sia ben chiuso a chiave. Per fortuna esistono gli amici! Infatti, proprio grazie a loro, si ritrovano entrambi a partecipare ad una crociera per single. Sì, posso immaginare cosa starete pensando: “Una crociera per single? Sto per forse per leggere un romanzo trash e scontato?”

La risposta è: assolutamente no. D’accordo, l’ambientazione è particolare, ma trovo che sia “giusta” per creare un equilibrio tra la serietà della storia e una cornice più particolare.

Ovviamente il primo incontro tra i due avviene quasi subito e l’attrazione tra loro raggiunge livelli altissimi in un nano secondo.

“Easton mi sorrise.. e quel sorriso significava che avesse capito di aver un certo ascendente su di me. C’era qualcosa di speciale in lui, qualcosa che sembrava così giusto.”

Sinceramente, anche in questo passaggio ho pensato che il romanzo fosse un po’ troppo facile e veloce, ma di nuovo mi stavo sbagliando. La settimana trascorsa sulla crociera è solo l’inizio della storia e il loro rapporto deve avere un’escalation molto rapida perché è assolutamente necessaria.

Ma andiamo per gradi. Grazie alla nuova relazione da crociera della migliora amica di Brooke con il migliore amico di Easton, i due si ritrovano a trascorrere molto tempo da sola. Inevitabilmente il muro di mattoni intorno ai loro cuori inizia a sgretolarsi un pezzetto alla volta.

“Mi aveva fatto capire fosse giusto abbassare la guardia, essere me stessa e amare senza rimpianti. Le persone entrano nelle nostre vite per le ragioni più disparate. Con il tempo comprendiamo chi è destinato a rimanere una semplice conoscenza e chi resterà al nostro fianco per il resto della nostra vita.”

C’è solo un piccolo problema in questa vacanza iniziata per gioco ma che si è rivelata la cosa più giusta per loro: Brooke ha dei forti dolori alla spalla che peggiorano di giorno in giorno.

Purtroppo, una volta rientrata sulla terra ferma, i numerosi accertamenti per scoprire l’origine di quel dolore portano un esito nefasto: il dolore è dovuto ad una massa tumorale.

Ora il tono del romanzo cambia decisamente. Brooke deve riuscire a trovare la forza per lottare e sconfiggere questo brutto male. Ma, anche se non se ne rende ancora conto, questa volta non è più sola. Avere qualcuno che ti ama e si prende cura di te può renderti un supereroe. Questa è la forza più grande.

“È così facile giudicare le persone e dare giudizi superficiali, criticare le loro azioni presenti e passate, ma vi sorprenderebbe scoprire quanto dolore e lacrime si celino dietro i loro sorrisi. Ciò che una persona mostra al mondo è solo una piccola sfaccettatura di un iceberg nascosto. Molto spesso è pieno di crepe e cicatrici che risiedono nella loro anima. Non giudicate mai, imparate a rispettare e riconoscere i sentimenti degli altri.”

tattooed dots

“Tattood Dots” racconta una storia importante, una storia di una donna coraggiosa che non ha avuto paura di affrontare una malattia che spaventa solo a pronunciarne il nome. Sapere che questo è l’aspetto del romanzo che è realmente accaduto mi ha portato a stimare ancora di più Kimberly Kinght.

Tralasciando i sentimentalismi (perchè altrimenti potrei andare avanti per ore) mi è piaciuto anche lo stile narrativo, molto scorrevole, in prima persona al presente.

Il racconto vede i punti di vista alternati di Brooke e Easton e questo è un aspetto che cerco sempre nei romanzi perchè mi aiuta a vivere maggiormente la storia.

All’inizio le due storie sono sconnesse, ognuno racconta la sua fino al momento in cui si incontrano. Da quel momento non riuscirete più a smettere di leggere il romanzo.

Il modo in cui l’autrice ha deciso di far incontrare i due protagonisti può sembrare poco realistico, più che altro può sembrare strano che due persone conosciute in una crociera per single abbiano poi finito per innamorarsi seriamente. Trovo tuttavia che in questo contesto ci stia bene una nota un po’ più “leggera” all’interno del romanzo, quindi ha la mia approvazione!

Non vedo l’ora di leggere gli altri romanzi della serie, anche se probabilmente leggerò quelli in lingua originale perchè la curiosità è troppa e non so se riesco ad aspettare i tempi della traduzione

Buona lettura!